Non si tratta di un trasloco come un altro…Traslocare un acquario non è affatto cosa da poco ma, non temere, con i consigli di Vicker anche questa particolare tipologia di trasloco, ti riuscirà facilmente! 

Come ogni trasloco, anche lo spostamento di un acquario da un’abitazione a un’altra necessita della corretta organizzazione e dei giusti mezzi per realizzare il trasporto.

Quindi procurati:

  • Taniche o contenitori puliti e asciuttidove conservare una parte dell’acqua della vasca ed eventuali oggetti decorativi, come anfore, pezzi di legno, rocce e radici;
  • Imballaggie polistirolo, per proteggere l’acquario durante il trasporto;
  • Sacchi di plastica, per coprire le eventuali piante rimaste all’interno;
  • Eventuali sacchetti di plastica per i pesci, come quelli utilizzati dai negozi di animali;
  • Se nell’’acquario ci sono pesci particolarmente delicati, potresti aver bisogno di qualche accortezza in più verso di loro. Per questo potresti utilizzare un acquario più piccolo e trasportarli all’interno.
  • Straccigrandi, che ti aiutino a non allagare il pavimento.

Attenzione:ti consigliamo di smettere di alimentare i pesci qualche giorni prima del trasloco, sarà più facile eseguire le operazioni utili a liberare la vasca dall’acqua.

Inoltre, ti ricordiamo di spegnere il riscaldatore e la pompaattaccata all’acquario prima di procedere con lo svuotare la vasca.

A questo punto, prepara il pavimento attorno all’acquario: per evitare di allagare tutto, predisponi stracci di grandi dimensioni sotto la struttura. 

Quindi recupera un po’ di acqua dell’acquario e predisponi dei sacchi di plastica per i pesci o un acquario più piccolo dove versarla e dove far nuotare i pesci da far traslocare. 

L’acqua restante conservala all’interno delle taniche o dei contenitori puliti che ti sei procurato.

Puoi ritrovarti nella possibilità di svuotare completamente l’acquario di acqua se esso è privo di piante e se sei riuscito a pescare tutti i pesci, oppure devi eliminare la maggior parte dell’acqua presente all’interno ma lasciarne qualche centimetro per le piante. 

Non ti dimenticare, inoltre, di togliere tutti gli elementi di abbellimento internoall’acquario, come pezzi di legno, rocce o riproduzioni di anfore, ma anche tutti i delicati elementi di funzionamento come pompe e filtri. Li riposizionerai a trasloco ultimato.

Una volta che l’acquario sarà svuotato dell’acqua o, in caso ci fossero piante, sarà lasciato con qualche centimetro di acqua, copri l’interno con dei sacchi della spazzatura

Cerca per quel che è possibile, di appiattire bene le piantein modo che restino sotto il livello dell’acqua, così da non subito stress nel trasloco. 

A questo punto, puoi provvedere a spostarel’acquario.

Ovviamente la struttura pesa già di per sé e il peso sarà maggiore in caso di presenza di acqua all’interno.

Altro elemento da tenere in considerazione è la dimensione dell’acquario

È molto grande ma comunque in grado di essere trasportato facilmente sulle scale, con l’aiuto di un’altra persona, oppure è troppo grande ed sarà necessario, quindi, provvedere a spostarlo, per esempio, utilizzando una gru dal balcone? Questa seconda opzione, ha un costo, oltre che la necessità di essere programmata con un certo anticipo. Ti servirà, infatti, noleggiare il mezzo.

Per questa ragione, se si tratta di un trasloco vero e proprio, che coinvolge non soltanto l’acquario, potresti aver bisogno di spostare anche altri mobili di dimensioni importanti e, quindi, ti consigliamo di valutare il coinvolgimento di esperti del settore.

Se vuoi conoscere i migliori professionisti della tua zona e avere un preventivo per il trasloco, accedi al sito www.vicker.orge pubblica la tua richiesta.

Se invece preferisci occuparti in prima persona del trasloco e hai noleggiato la gru che ti occorre a spostare l’acquario, assicurati di coprire la parte superiore dell’acquariocon un bancale o con un pezzo di legno rigido, e adagiarvi sopra una coperta. In questo modo eviterai che i vetri dell’acquario si rompano nello spostamento.

Arrivato nella nuova abitazione?

Procedi con le medesime operazioni ma…al contrario!