Da diversi anni, ormai, la pittura non è più soltanto un modo con cui dare colore e personalizzare le pareti, interne ed esterne, di casa ma è sempre più uno strumento con cui puoi proteggerla e prendersene cura.

 

La pittura termica è un valido esempio di questa cura della casa: infatti, è un prodotto all’avanguardia che permette il termoisolamento delle pareti.

In questo articolo ti presenteremo i principali vantaggi di utilizzo della pittura termica, quando sceglierla e perché.

 

Che cos’è la pittura termica?

Si tratta di una moderna tipologia di vernice composta da microsfere di ceramica cave e resine che ne permettono la capacità di isolamento e di riflesso dai raggi infrarossi.

 

Disponibile sia pertinteggiare gli interni sia per gli esterni.

 

Come funziona la pittura termica?

Le piccole particelle ceramiche cave e resine che la costituiscono minimizzano la conducibilità del calore dei muri e, così facendo, permettono di ottenere un buon livello di coibentazione termica, anche con uno strato sottile di vernice stesa.

 

Quali sono i principali vantaggi di utilizzo della pittura termica?

In primis, la pittura termica completa il termoisolamento della tua casa, andando a rendere più stabile sia il calore interno sia l’umidità presente.

 

Ovviamente, il solo utilizzo della pittura termica non produce un termoisolamento effettivamente percepibile. Devi agire congiuntamente con infissi di buona qualità e con l’isolamento strutturale della casa.

 

Agendo in questo modo, andrai a ridurre la dispersione del calore, dentro e fuori le mura del tuo appartamento, in modo decisamente efficace, e potrai ottenere un risparmio in bolletta!

 

Quindi, in estate il calore dell’esterno non riuscirà più a penetrare all’interno della tua casa e potrai utilizzare meno il condizionatore. Viceversa, in inverno, la temperatura del tuo appartamento sarà più alta perché il calore non verrà disperso.

 

Vuoi un altro vantaggio?

Oltre al termoisolamento, la pittura termica applicata alle pareti interne di casa ti permette di proteggere l’ambiente dall’umidità. Per questa ragione, ti consigliamo di utilizzarla soprattutto nelle stanze dove l’umidità è maggiore, come bagno e cucina.

Con l’utilizzo della pittura termica potrai ridurre la presenza di condensa negli ambienti e, di conseguenza, delle sgradevoli muffe.

 

Attenzione però: nel caso tu voglia utilizzare la pittura termica su una parete che già presenta delle muffe, ti consigliamo di agire prima con un apposito detergente per eliminarle e solo successivamente andare ad applicare la pittura termica, che servirà a prevenirle in futuro.

 

Quali sono i costi della pittura termica?

La spesa a cui andrai incontro per la pittura termica è certamente superiore rispetto alle classiche pitture da interni ed esterni ma, come abbiamo già detto, il risparmio che potrai ottenere in bolletta compenserà questa differenza.

 

Nonè, invece, diverso il costo della manodopera per la stesura della pittura termica rispetto a quella non termica.

Puoi scegliere di affidarti ad un professionista oppure procedere in modo autonomo.

Se cerchi i migliori imbianchini della tua zona, accedi al sito www.vicker.org, pubblica la tua richiesta e confronta i preventivi. Quindi, potrai concordare giorno e ora dell’intervento direttamente online.

 

Preferisci il fai-da-te?

Solitamente la pittura termica viene venduta già pronta all’uso; non sarà necessario, quindi, diluirla.

 

Una volta acquistata, segui i nostri semplici step per stenderla al meglio:

  1. Elimina le irregolaritàdelle pareti.
  2. Stucca e carteggia: rivesti le pareti con un sottilissimo strato di gesso e procedi poi ad una leggera levigatura.
  3. Applica il fissativo specifico per le pitture termiche, che garantirà la massima aderenza al muro.
  4. Procedi a stendere la pittura termica con l’utilizzo di un pennello o di un rullo.
  5. Procedi ad una seconda mano di vernice.