Ciao a tutti,

quando si parte per le vacanze, è importante essere certi di lasciare tutto in ordine: la casa pulita, le bollette pagate, gli amici a quattro zampe affidati a qualcuno che se ne prenda cura. Anche i nostri arzilli anziani hanno bisogno di non sentirsi soli durante la nostra assenza: per loro è fondamentale avere una persona di fiducia che passi del tempo con loro e li aiuti nelle faccende quotidiane. Sei alla ricerca di una badante a ore o a tempo pieno? Ecco un vademecum che ti permetterà di selezionare la badante a tempo pieno o part–time più adatta alle tue esigenze

 

1. Quali domande fare in fase di colloquio?

Il colloquio è un momento molto importante: prenditi il tempo per valutare con attenzione ogni candidato. La prima cosa da controllare sono i documenti (carta d’identità, codice fiscale e, nel caso di lavoratori extracomunitari, il permesso di soggiorno) e le referenze – queste ultime, hanno più valore se controllate senza preavviso. Se il lavoratore ha una formazione socio-sanitaria (OSS, OSA) può essere un grande vantaggio.

 

2. Competenza

In fase di colloquio, poni domande per precise: è fondamentale per capire se il lavoratore sia in grado di curare l’igiene personale, di assistere moralmente l’assistito, di provvedere alle faccende di casa o alle piccole commissioni. Chiedi al candidato di fare esempi di situazioni in cui si è trovato in precedenza, approfondendo, per esempio, come interagiva con l’anziano, aspetti positivi  e negativi del lavoro.

 

3. Motivazione

Fare assistenza alla persona non è soltanto un lavoro, ma bisogna che ci sia anche una passione più forte dell’interesse economico. Anche in questo caso è importante che il candidato racconti le sue esperienze passate: il modo in cui descriverà il suo rapporto con l’anziano ti farà capire la pazienza, l’attitudine al dialogo e il rispetto nei confronti dell’assistito.

 

4. Come posso verificare che tutto vada bene?

In fase di selezioni, escludi tutti i candidati che non hanno i requisiti appena descritti. Durante il periodo di prova, fai sentire la tua presenza sia alla badante che al tuo famigliare. Un’altra cosa da fare è chiedere alla badante di occuparsi di alcune mansioni: in un secondo momento puoi valutare se le mansioni sono state svolte in modo corretto.

 

Stai cercando assistenza specialistica? Richiedi una badante part time o full time: riceverai solo candidature di personale selezionato e referenziato.